Anno 16 | 22 Ottobre 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Biologico, olio d'oliva e conserve nel mirino dei carabinieri del Nas

Farine di farro e lupino sequestrate a Ferrara. Sospesa l'attività di due laboratori di confezionamento di conserve e imbottigliamento di olio di oliva per mancanza dei requisiti igienico-sanitari e strutturali dei locali a Latina

Continuano senza sosta i controlli al settore alimentare: i Carabinieri del NAS di Bologna, nel corso di un’ispezione ad uno stabilimento della provincia di Ferrara, hanno sottoposto a sequestro sanitario oltre 1600 kg di farine di farro e lupino asseritamente dichiarate di produzione biologica - per un valore di circa 5 mila euro - prive del termine minimo di conservazione e di ignota provenienza per mancanza di documentazione atta a garantirne la tracciabilità. Per le condotte illecite i militari sanzionavano il responsabile per 2 mila euro.

Il NAS di Latina ha provveduto invece a sospendere l’attività di due laboratori di confezionamento di conserve e imbottigliamento di olio di oliva per mancanza dei requisiti igienico-sanitari e strutturali dei locali di lavorazione, preparazione e deposito dei semilavorati. Le aziende rimarranno chiuse fino al ripristino delle condizioni di legge.

di C. S.
pubblicato il 07 novembre 2017 in Tracce > Italia

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Caratteristiche chimiche e annata di raccolta sull'etichetta dell'olio d'oliva, più dubbi che certezze

Evviva, sono tornate le truffe olearie! Ecco cosa accadrà all'olio d'oliva italiano

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!