Anno 15 | 25 Settembre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

300 milioni di euro per l'agricoltura delle aree terremotate

Le Regioni italiane hanno deciso di destinare il 3% dei propri fondi dei Piani di Sviluppo Rurale alle aree colpite dal terremoto per il triennnio 2018-2020. L’iter amministrativo si perfezionerà con uno specifico accordo in Conferenza Stato-Regioni

“Un atto di concreta solidarietà interregionale, frutto di sensibilità e responsabilità istituzionale”, così il Presidente Stefano Bonaccini, ha commentato l’accordo odierno in Conferenza delle Regioni che una parte del Piano di Sviluppo Rurale sia destinato alle Regioni colpite recentemente dal terremoto.

Una decisione che a nome delle zone colpite dagli eventi sismici ha ricevuto l’apprezzamento e il ringraziamento del Vice presidente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli.

A spiegare nel dettaglio l’accordo è Leonardo Di Gioia, Assessore della Regione Puglia e Coordinatore della Commissione Politiche Agricole della Conferenza delle Regioni: “L’intesa raggiunta tra gli assessori, e che dovrà coniugarsi con un impegno importante anche da parte dell’Esecutivo, prevede che il 3% del PSR di ciascuna Regione sia destinato per il periodo 2018-2020 alle Regioni terremotate e si tratterà, considerando anche i fondi del Ministero, di un complesso di risorse pari a circa 300 milioni per il triennio. La Conferenza delle Regioni – ha concluso Di Gioia - ha dato testimonianza prima di tutto di una fortissima solidarietà fra le Regioni e poi della convinzione che uno dei modi fondamentali per risollevare l’economia di quelle zone sia proprio quello di dare un sostegno concreto all’agricoltura. L’iter amministrativo si perfezionerà prossimamente con uno specifico accordo in Conferenza Stato-Regioni”.

di C. S.
pubblicato il 20 aprile 2017 in Tracce > Italia

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Troppo gossip nel mondo dell'olio d'oliva italiano