Anno 16 | 17 Agosto 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Le opinioni sui ristoranti si chiedono on line

Un italiano su due ha prenotato, almeno una volta, un ristorante via internet. Le recensioni online influenzano la scelta del luogo in cui mangiare, ma anche l'ambiente è importante e più del 60% si fa influenzare dalle foto

Le recensioni online influenzano la scelta del luogo in cui mangiare. La conferma arriva daTripAdvisor con il sondaggio “Fattori che influenzano le decisioni dei clienti” volto a comprendere il ruolo delle recensioni online nel processo di scelta di un ristorante da parte dei consumatori.

L’indagine è stata fatta su un panel composto da oltre 9.500 persone provenienti da Italia, Francia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti. Dall’analisi emerge che la stragrande maggioranza dei rispondenti italiani (93%) ha dichiarato che le recensioni online influenzano la scelta del luogo in cui mangiare, mentre il 67% è stato influenzato dalle foto del ristorante.

Tra i Paesi europei presi in considerazione dallo studio, l’Italia è risultata essere la più sensibile alle recensioni online in ambito gastronomico: la loro influenza nella scelta del ristorante è infatti inferiore per Spagna (91%), Francia (90%) e Regno Unito (87%). Unico Paese a superare l’Italia sono gli Stati Uniti con il 94%.

Il 92% dei rispondenti italiani ha inoltre affermato che i contenuti di TripAdvisor relativi alla ristorazione li hanno spinti a provare un nuovo ristorante. La Spagna è l’unico Paese in cui la percentuale è risultata superiore (94%), mentre è inferiore per Regno Unito (87%), Francia (89%) e Stati Uniti (90%). Viene inoltre segnalato che sia i viaggiatori che le persone del luogo usano TripAdvisor come sito per scoprire ristoranti e il 91% degli italiani intervistati dice di aver scelto di mangiare in un ristorante dopo aver visto i punteggi, le recensioni, le classifiche o i premi di TripAdvisor. Anche in questo caso gli utenti italiani risultano più sensibili rispetto agli altri Paesi (Stati Uniti 90%, Regno Unito 85%, Francia 82%, Spagna 83%). Rispetto a Facebook e Google, il 92% dei rispondenti italiani ha dichiarato di preferire TripAdvisor per scegliere un ristorante quando si trova nel proprio Paese/città, mentre questa percentuale sale al 96% per la scelta durante un viaggio. I rispondenti trovano infine che i contenuti di TripAdvisor relativi agli esercizi ristorativi sono affidabili e accurati, soprattutto se confrontati con quelli dei competitor. Rispetto a Google e Facebook, l’85% dei rispondenti italiani ha affermato che TripAdvisor offre recensioni e foto dei ristoranti più accurate, affidabili, utili e descrittive. Il 94% dei rispondenti italiani dice di aver letto le risposte della direzione relative alle recensioni di TipAdvisor, dato in linea con quello degli altri Paesi coinvolti nel sondaggio e oltre la metà dei rispondenti (54%) è stato invogliato a provare un ristorante nonostante la presenza di recensioni negative grazie alle risposte della direzione.

I clienti dei ristoranti utilizzano sempre più i loro dispositivi mobili per trovare ristoranti in movimento, soprattutto nel nostro Paese. Se in Francia, Regno Unito e Stati Uniti meno della metà dei rispondenti ha dichiarato di cercare abitualmente ristoranti nelle vicinanze utilizzando il proprio smartphone (rispettivamente 41%, 44% e 49%), in Italia la quota sale a quasi 3 rispondenti su 4 (73%). La Spagna segue a breve distanza con il 60%.

Più di un italiano su 2 (54%) ha prenotato almeno una volta un ristorante online, mentre è parecchio inferiore il numero di utenti che ha ordinato cibo a domicilio online (28%).

di C. S.
pubblicato il 13 giugno 2018 in Tracce > Gastronomia

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

L'ultima fake news nel mondo dell'extra vergine d'oliva: le api fanno l'olio

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!

Quest’estate coltiviamo Bellezza