Anno 15 | 20 Ottobre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Si avvicina il IV Convegno nazionale dell'Olivo e dell'Olio

A Pisa, dal 18 al 20 ottobre, intense giornate dedicate alla conoscenza tecnica scientifica del sistema olivicolo-oleario nazionale con un ricco programma di interventi e spunti di riflessione per l'olivicoltura italiana di domani

Mancano ormai pochi giorni a un appuntamento molto interessante e atteso dal mondo olivicolo: il IV Convegno nazionale dell'Olivo e dell'Olio.

Si tratta di una tre giorni, 18-20 ottobre, che vuole approfondire, per tecnici e produttori evoluti, le più recenti ricerche scientifiche operate dai poli universitari e di ricerca nazionali.

Nell’ambito del Convegno, ricercatori, tecnici, imprenditori ed amministratori presenteranno risultati e discuteranno su importanti temi della filiera olivicola-olearia: biologia e biotecnologie, vivaismo, tecnica colturale, meccanizzazione, difesa, tecnologie estrattive e di conservazione, mercato e valorizzazione dei prodotti e dei sottoprodotti.

Il Convegno è organizzato dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agroambientali dell’Università degli Studi di Pisa (www.unipi.it) e dall’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna (www.santannapisa.it) con il patrocinio del Gruppo di Lavoro Olivo ed Olio della SOI (soihs.it), dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio di Spoleto (accademiaolivoeolio.com), dell’Accademia dei Georgofili (georgofili.it) e della Regione Toscana (regionetoscana.it).

Il programma del Convegno si articola in relazioni ad invito, comunicazioni orali e poster selezionati dal Comitato Scientifico e visite di interesse tecnico-scientifico.

Per i dettagli, ecco il programma

Per ulteriori informazioni: olivolio@santannapisa.it

di C. S.
pubblicato il 04 ottobre 2017 in Tracce > Formazione

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva