Anno 16 | 24 Settembre 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Si avvicina il IV Convegno nazionale dell'Olivo e dell'Olio

A Pisa, dal 18 al 20 ottobre, intense giornate dedicate alla conoscenza tecnica scientifica del sistema olivicolo-oleario nazionale con un ricco programma di interventi e spunti di riflessione per l'olivicoltura italiana di domani

Mancano ormai pochi giorni a un appuntamento molto interessante e atteso dal mondo olivicolo: il IV Convegno nazionale dell'Olivo e dell'Olio.

Si tratta di una tre giorni, 18-20 ottobre, che vuole approfondire, per tecnici e produttori evoluti, le più recenti ricerche scientifiche operate dai poli universitari e di ricerca nazionali.

Nell’ambito del Convegno, ricercatori, tecnici, imprenditori ed amministratori presenteranno risultati e discuteranno su importanti temi della filiera olivicola-olearia: biologia e biotecnologie, vivaismo, tecnica colturale, meccanizzazione, difesa, tecnologie estrattive e di conservazione, mercato e valorizzazione dei prodotti e dei sottoprodotti.

Il Convegno è organizzato dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agroambientali dell’Università degli Studi di Pisa (www.unipi.it) e dall’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna (www.santannapisa.it) con il patrocinio del Gruppo di Lavoro Olivo ed Olio della SOI (soihs.it), dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio di Spoleto (accademiaolivoeolio.com), dell’Accademia dei Georgofili (georgofili.it) e della Regione Toscana (regionetoscana.it).

Il programma del Convegno si articola in relazioni ad invito, comunicazioni orali e poster selezionati dal Comitato Scientifico e visite di interesse tecnico-scientifico.

Per i dettagli, ecco il programma

Per ulteriori informazioni: olivolio@santannapisa.it

di C. S.
pubblicato il 04 ottobre 2017 in Tracce > Formazione

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Caratteristiche chimiche e annata di raccolta sull'etichetta dell'olio d'oliva, più dubbi che certezze

Evviva, sono tornate le truffe olearie! Ecco cosa accadrà all'olio d'oliva italiano

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Il tappo antirabbocco per l'olio extra vergine d'oliva va vietato: è pericoloso!