Anno 15 | 22 Novembre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Imparare a fare l'olio extra vergine d'oliva

A Perugia, dal 18 settembre, cinque giornate per approfondire il mondo dell'elaiotecnica. Immergersi nel mondo dell'olio di oliva di qualità alla vigilia della raccolta, anticipando così potenziali problemi e possibili soluzioni

Aprol Perugia dedica cinque giornate all'elaiotecnica e all'approfondimento del "cavar l'olio dalle olive".

In apparenza si tratta di un'operazione semplice, con i macchinari moderni che sono in grado di far quasi tutto da sè, in realtà l'operazione diventa più complicata se si pretende di guidare le macchine, in ragione dell'annata e della qualità che si vuole ottenere.

Il 19 settembre vi è l'inevitabile ma importante lezione sull'etichettatura, ad opera di personale ICQRF, per non sbagliare e quindi pagare importanti sanzioni.

Il 19 settembre, si approfondirà la tecnologia olearia con Maurizio Servili dell'Università di Perugia e poi si guarderà anche agli aspetti burocratici, con particolare riferimento al portale Sian - registro di carico e scarico con un funzionario Agea.

Il 20 settembre sarà la volta del marketing, ovvero una volta fatto come presentare al meglio l'olio? A chi venderlo? Come?  con il Prof. Marchini dell'Università di Perugia.

Il 29 settembre si parlerà di composti chimici, in particolare i polifenoli, e il loro legame con la salute con una lezione di Alessandro Vujovic, professionista del settore ospedialiero e della sanità.

Nel corso delle giornate vi saranno anche interventi delle principali aziende di impianti oleari del settore ce illustreranno le tecnologie messe a disposizione dalle rispettive imprese.

Il corso è stato organizzato proprio per aggiornare i professionisti sulle ultime innovazioni relative alla tecnologia e ai macchinari necessari per la produzione di un buon extravergine, con particolare attenzione al miglioramento delle caratteristiche organolettiche e alla diversificazione del prodotto, in base alle ricerche e alle esigenze dei diversi mercati.

Sede del corso sarà proprio l’Aprol di Perugia.

Costo omnicomprensivo 400 euro.

Per informazioni: www.aprolperugia.it

di C. S.
pubblicato il 06 settembre 2017 in Tracce > Formazione

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva

Nuovi oliveti, scatta il totocultivar. Quale scegliere per rispondere alle richieste del mercato?