Anno 16 | 17 Luglio 2018 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Il ricco parterre di eventi a Sol&Agrifood: tra degustazioni e approfondimenti

Da domenica 15 aprile e fino alla chiusura tanti appuntamenti di riflessione e di gusti in compagnia di esperti e chef dove la parola d'ordine è incontro: tra operatori ma anche tra sapori. Food di ogni tipo, birra e ovviamente un generoso filo d'olio extra vergine di oliva di eccellenza

Anche quest'anno torna Sol&Agrifood, carico di iniziative ed eventi dal 15 al 18 aprile, in contemporanea con Vinitaly ed Enolitech.
Sarà un Sol&Agrifood nuovo, con un padiglione tutto nuovo, nuovi spazi e maggiore spazio per gli operatori e gli espositori, maggiore occasione di incontrarsi e far incontrare nuovi gusti e sapori.

Si inizierà domenica 15 apri9le, alle ore 15.30 presso la sala convegni con la consegna dei diplomi per i vincitori e le gran menzioni del concorso Sol d'Oro Emisfero Nord.

L'inaugurazione ufficiale avverrà lunedì 16 aprile, alle ore 10.30 presso la sala convegni del padiglione. In questa occasione, come tradizione, si farà il punto sul presente e sul futuro del settore agroalimentare nazionale, del mondo olivicolo-oleario, spaziando ovviamente per il mondo.
Ad animare il dibattito sullo scenario, sui numeri e sulle prospettive del cibo Made in Italy e non solo, ci saranno:
Maurizio Danese, Presidente Veronafiere
Felice Assenza, Ministero delle politiche agricole
Abdelkrim Adi, Consiglio oleicolo internazionale (Coi)
Raffaele Borriello, Istituto di servizi per il mercato agroalimentare (Ismea)
Federico Desimoni, Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche (Aicig)
Moderatore: Giorgio Barchiesi (in arte Giorgione Orto&Cucina) coadiuvato da Alberto Grimelli

A seguire, presso la sala Agorà Tasting, alle ore 14.30 un importante appuntamento: EVOluzioni del gusto: punti di vista sul consumatore di olio di oggi e domani
Dai frantoi ai grandi produttori, alla GDO: talk show sulla base delle analisi condotte dall’Ismea.
Si fa presto a dire “olio”. Quanto ne sa il consumatore? Come è cambiata in dieci anni l’offerta degli oli sugli scaffali e il comportamento di chi acquista? Sulla base di quali parametri si giudica un olio? E soprattutto, siamo pronti a un salto di qualità? Attraverso una discussione basata su dati e informazioni sul vissuto dell’olio extravergine d’oliva da parte del consumatore e sulle strategie di
posizionamento della distribuzione, con il supporto di due punti di vista apparentemente molto diversi della produzione, si affronta il tema del consumo dell’olio extravergine, delle potenzialità e delle sue prospettive.
Moderatore: Claudio Brachino - giornalista, conduttore televisivo
Saluto istituzionale: Andrea Olivero – Vice Ministro, Mipaaf
Relatori:
Fabio del Bravo – Direzione Servizi per lo Sviluppo Rurale, Ismea
Zefferino Monini – Presidente Monini S.p.A.
Savino Agresti – Azienda Olivicola Agrolio
Il Talk show prevede una degustazione di oli a cura del dott. Giorgetti - Capo Panel del Concorso Internazionale Sol D’Oro. I prodotti in degustazione, saranno selezionati tra gli oli vincitori dell’ultima edizione del concorso Sol d’Oro Emisfero Nord.

Il mattino successivo, 17 aprile, alle ore 10.00 un convegno del Consiglio oleicolo internazionale sul tema del carboon footprint. Qual è l'impatto ambientale dell'olivicoltura in Italia e nel mondo? Quali le possibilità per l'olivicoltura di essere percepita come un'attività buona e salvifica per l'umanità? Quanto l'olio extra vergine d'oliva può diventare centrale nei dibattiti mondiali sulla sostenibilità ambientale?
A queste e altre domande risponderà Abdelkrim Adi del Consiglio oleicolo internazionale (Coi). A seguire le conclusioni del Presidente di Slow Food Italia, Gaetano Pascale.

A seguire, dalle ore 11.30 la presentazione del progetto Slow Food per l'olio extra vergine d'oliva: una guida on-line ai migliori oli italiani, un Presidio per tutelare le eccellenze, il racconto e la degustazione per imparare a riconoscere quello buono, pulito e giusto. Introdurrà i lavori Abdelkrim Adi del Consiglio oleicolo internazionale (Coi). All’incontro parteciperanno dal trentino Paola Jori dell’azienda Laghel 7, dalla toscana Nicola Sartori della Fattoria Altomena e dal Lazio Alfredo Cetrone dell’omonima azienda agricola. Modera Francesca Baldereschi, responsabile del progetto Presìdi Slow Food, mentre le conclusioni sono affidate al presidente di Slow Food Italia, Gaetano Pascale.

Non mancheranno neanche le occasioni di confronto sui mercati emergenti, come quello russo. Nel corso del convegno di presentazione dei risultati della XXVI edizione dell'Ercole Olivario, il 16 aprile alle ore 14.30 presso la sala convegni, l'Ice presenterà le opportunità del mercato russo, meta del progetto dell'Ercole Olivario per la promozione dell'extra vergine. Seguirà la degustazione degli oli vincitori del Concorso a cura della Capo Panel, Angela Canale.
Il giorno successivo, il 17 aprile alle ore 15.30 sempre presso la sala convegni l'Ice, in collaborazione con Unaprol, presenterà le possibilità del mercato scandinavo.

Per i dettagli sui minicorsi di assaggio, le degustazioni e i cooking show rimandiamo al seguente link, ricordando che sarà possibile assaggiare le preparazioni di Giorgione Orto&Cucina presso l'area cooking show lunedì 16, martedì 17 e mercoledì 18 sempre dalle ore 13 alle ore 14.

di T N
pubblicato il 13 aprile 2018 in Strettamente Tecnico > Eventi

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

L'olio extra vergine di oliva non ha alcun valore

L'ultima fake news nel mondo dell'extra vergine d'oliva: le api fanno l'olio

Evitare di filtrare l'olio extra vergine di oliva si può, ma a precise condizioni

Gli olivi devono produrre a costi accettabili: analisi di quelli fissi e variabili

Tocca a voi, a nessun altro