Anno 15 | 18 Ottobre 2017 | redazione@teatronaturale.it ACCEDI | REGISTRATI

Protezione dell'olio di oliva Dop Sabina in Usa e Canada

Dop Sabina escluso dal Ceta? Rinnovata la registrazione del marchio negli Stati Uniti e in Canada. Avviata anche un'attività di sorveglianza a livello mondiale per la denominazione Sabina, anche per combattere il fenomeno dilagante della registrazione impropria del marchio

"Italian Sounding" vuol dire ingannare i consumatori attribuendo ad un prodotto straniero un marchio che suona italiano per indurli ad acquistarlo credendo che provenga dal nostro Paese. Aziende estere che producono e commercializzano prodotti "non italiani" sfruttano così la nostra popolarità mondiale - soprattutto nell'agroalimentare - danneggiando gravemente le aziende italiane e screditando il vero made in Italy.

Per contrastare questo preoccupante fenomeno occorrono accordi internazionali, azioni dirette di registrazione e tutela dei marchi, attività costanti di monitoraggio e vigilanza sui mercati.

Il Consorzio Sabina DOP, anche alla luce dell'esclusione dell'olio Sabina DOP e di altri 250 prodotti DOP e IGP italiani dal CETA, l'accordo di libero scambio tra Europa e Canada in corso di ratifica in Parlamento, ha provveduto a proprie spese ad intraprendere alcune iniziative necessarie a tutelare l'Olio Extra Vergine a Denominazione di Origine Protetta "Sabina" in Canada e negli U.S.A..

In primis si è provveduto a rinnovare la registrazione del marchio nei due Paesi, presentando, oltre alla Declaration of Use, anche la Declaration of Incontestability, che serve ad evitare che la registrazione venga cancellata successivamente in caso di mancato rinnovo.

Lo sforzo fatto dal Consorzio per garantire e tutelare la nostra Denominazione da eventuali contraffazioni o usurpazioni si è reso particolarmente necessario alla luce del recente dilagare all'estero di fenomeni di indebita appropriazione ed imitazione che ci riguardano.

Alla luce di questi fatti, accanto alla registrazione del marchio, il Consorzio ha avviato anche un'attività di sorveglianza a livello mondiale per la denominazione SABINA in classe 29, svolta in collaborazione con lo studio legale De Tullio & Partners, Intellectual Property Attorneys.

Tale attività sarà utile innanzitutto a contenere e combattere il fenomeno dilagante della registrazione impropria del nostro marchio (fra gli ultimi esempi rilevati: "Trebula Sabina" "De Sabina" ecc.), fornendo contestualmente utili indicazioni in merito all'effettiva entità del fenomeno.

di C. S.
pubblicato il 04 agosto 2017 in Pensieri e Parole > Associazioni di idee

ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

Olio extra vergine di oliva italiano: la rabbia e l'orgoglio

La rovina dell'olio extra vergine d'oliva italiano

Il terribile prezzo della globalizzazione: la perdita della ruralità

Dalla competenza nasce la garanzia per i consumatori, l'esempio del Mastro Oleario

Un bagno d'umiltà per gli assaggiatori d'olio d'oliva